Jonathan Paredes

Messico

Jonathan Paredes

Messico

"Essere un campione." Dritto al punto, insomma. Non abbiamo alcun dubbio sulle ambizioni di Jonathan Paredes, e guardando ai suoi risultati della scorsa stagione (una vittoria nella tappa di apertura, quattro podi al 3° posto e un 2° posto in classifica generale, dietro a Gary Hunt), il "tritatutto" della World Series pare avere tutte le carte in regola per diventarlo.

Le sue precisissime entrate in acqua sono il suo punto di forza, oltre che merito principale del suo successo, nonostante i tuffi da lui realizzati abbiano un basso coefficiente di difficoltà. E il diver più aggraziato, quello dotato di una precisione da chirurgo, è anche quello con il sorriso più grande.

È inoltre uno dei diver più tecnici, merito anche dello speciale rapporto con il suo mentore e allenatore: "Il mio eroe è Orlando Duque, è un'immensa fonte di ispirazione per me." E insieme al suo eroe ha compiuto un'impresa unica: lo scorso inverno si sono tuffati dalle Cascate Vittoria, da un'altezza di 30 metri, a suo dire una delle cose più assurde che ha mai fatto in vita sua.